Austriaco, classe 1917, Ettore Sottsass ha legato il suo nome ad alcuni dei più amati oggetti di design del novecento europeo.

Nel corso della sua carriera è stato insignito della Medaglia d’Oro ai Benemeriti della Cultura e dell’Arte (2005) e del titolo di Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica italiana.

Quattro macchine da scrivere Olivetti sono solo la punta di un iceberg di creatività culminato – nel 1981 – nella nascita di Menphis, uno dei movimenti più significativi della storia del design italiano.

Figlio d’arte (il padre, Ettore Sottsass senior, è stato un influente architetto), ha iniziato la sua carriera nel 1947 a Milano, dove ha aperto il suo primo studio.

La sua formazione accademica di architetto, nel corso degli anni, ha ricevuto un’importante contaminazione in seguito all’incontro con importanti esponenti dell’arte visiva, come Luigi Spazzapan e James Irvine.

Al suo talento, messo nel corso degli anni a disposizione di Brionvega, nel 1994 e nel 2003 sono state dedicate due mostre personali al Centre Georges Pompidou di Parigi.