Ii Castiglioni

 

la famiglia

figli di Livia Bolla e del rinomato scultore
milanese Giannino Castiglioni, i tre fratelli
Livio, Pier Giacomo e Achille sono tra i
padri del design italiano. Co-fondatori
dell'ADI, 13 Compassi d'Oro in totale,
diverse centinaia di prodotti portano la loro
firma. Hanno collaborato in più occasioni
con Brionvega, contribuendo a renderla
azienda rinomata a livello mondiale.

lo studio

Quattro stanze, un grande specchio
nell'angolo per vedere l'intero studio, una
finestra da cui si vede il Castello Sforzesco
spuntare nel mezzo di Parco Sempione.
Dentro lo studio, oggi aperto e visitabile
come museo, si trovano alcuni progetti dei
fratelli, la collezione di oggetti anonimi di
Achille, foto di amici e collaboratori che negli
anni hanno avuto a che fare con i Castiglioni

 
 

gli Amici

lo studio dei fratelli diventa presto punto di
riferimento per aziende e designer rinomati
a livello mondiale, con cui i Castiglioni
strinsero collaborazioni e forti amicizie. Tra
questi si possono trovare Massimo
Vignelli, il quale lavorò per loro come
disegnatore, Max Huber, grande amico e
collaboratore, Vico Magistretti, Bruno
Munari ,Enzo Mari e molti altri

Achille e Pier Giacomo

cominciano a collaborare nel 1946 ed
immediatamente ottengono riconoscimenti
a livello internazionale, contibuendo al
successo di aziende come Brionvega,
Cassina e Flos. Vincono diversi premi,
portando il design italiano al centro
dell'interesse internazionale. Nel 1965
disegnano insieme il radiofonografo, uno
oggetto simbolo del saper fare italiano