Brionvega e il Salone del Mobile 2021 un'opportunità per ripartire

Lunedì 24 Maggio, sull'emittente nazionale Rai 3, è andato in onda un accurato approfondimento sul radiofonografo rr226 fo-st e sul design di Brionvega, in una puntata dedicata all'importanza del design e all'imminente edizione del Salone del Mobile 2021.

IMMAGINI SITO15

"Al salone del mobile di solito vengono presentate delle novità, però ci sono anche degli oggetti cult che tornano in produzione. Come un oggetto di grande design apprezzato da David Bowie a Francis Ford Coppola, giusto per fare due nomi, che resiste ai tempi è il radiofonografo."

IMMAGINI SITO

"Il radiofonografo Brionvega, icona borghese degli anni Sessanta, disegnato da Achille e Pier Giacomo Castiglioni e di nuovo sul mercato. Protagonista senza epoca, è stato cambiato e migliorato in alcuni aspetti ma rimane sostanzialmente identico al modello che usava David Bowie per ascoltare i suoi dischi in casa."

radiofonografo rr226 fo-st

"Per assemblarne un’esemplare servono 22 ore di lavorazione, le ultime sono le più delicate. Il collaudo è affidato ad uno specialista del suono che poi personalmente scatta le fotografie che vengono inviate al cliente"

IMMAGINI SITO11

"Il collaudo è affidato ad uno specialista del suono che poi personalmente scatta le fotografie che vengono inviate al cliente. Infine la spedizione, in enormi scatoloni personalizzati, dall’ordine alla consegna possono passare anche 3 mesi e per la distribuzione non bastano reti e dealer in mezzo mondo, a prescindere dalla dimensione dell’azienda, servono anche occasioni per creare sinergie."

radiofonografo rr226 fo-st

"Il Salone del Mobile a settembre sarà l’occasione per ripartire. È un atto di coraggio, anche perché dovrebbe rappresentare un pò il ripristino di una tradizione importante per l’Italia, quindi non farlo sarebbe stato un errore." - CEO Maurizio Cini

brionvega article

"Il bello non è vintage, semplicemente non passa mai di moda!" IMMAGINI SITO16

"Un oggetto di design sicuramente rimane evergreen. Il grande design diventa icona e rappresenta al meglio le caratteristiche del design italiano che sono una capacità tecnica straordinaria e una capacità narrativa collocata nel suo tempo, ma con la capacità poi di sviluppare narrazioni nel tempo." - Luciano Galimberti (presidente dell'ADI - Associazione per il disegno industriale)